Alimentazione

Buon appetito con gli insetti, “novel food” approvato dall’Europa

Dal 1 gennaio 2018 entra in vigore il nuovo regolamento europeo sui “novel food”, che riconosce alcune tipologie di insetti come alimenti commestibili  

 

Il 2018 ha portato con sé una novità alquanto singolare nel campo dell’alimentazione. Dal 1 gennaio 2018, infatti, entra in vigore il nuovo regolamento approvato dall’Unione Europea sui “novel food“, che riconosce alcune tipologie di insetti come alimenti commestibili, autorizzandone anche produzione e vendita. D’ora in avanti potremo, quindi, mettere anche sulle tavole italiane tarantole arrostite del Laos, farfalle delle palme dalla Guyana francese fritte e condite, vermi giganti della farina, cimici d’acqua e scorpioni neri dalla Thailandia, grilli e millepiedi al forno, ma anche scorpioni dorati dalla Cina, bachi da seta americani, e per finire vermi della farina aromatizzati alla paprica, al curry e al sale marino, e spiedini di scarabei e grilli asiatici.

Gli insetti riconosciuti come "novel food" approvato dall'Europa
Pasta con farina di grilli

Piatti che in molti paesi del mondo sono considerati vere e proprie prelibatezze, ma che sono ben lontani dalla tradizione culinaria del vecchio continente e che, stando ad un sondaggio realizzato da Coldiretti in collaborazione con l’Istituto Ixè, farebbero storcere il naso a più di un italiano su due (54%). Il 6% dei nostri connazionali, invece, si dichiara indifferente alla questione degli insetti a tavola, il 24% è favorevole e incuriosito e il restante 6% preferisce non rispondere.

Gli insetti riconosciuti come "novel food" approvato dall'Europa
Pizza con farina di grilli

Gusti personali – e repulsione – a parte, va riconosciuto che inserire gli insetti nelle diete  presenta notevoli vantaggi in termini nutrizionali e di impatto ambientale, anche in vista del considerevole aumento della popolazione mondiale, che si stima raggiungerà i nove miliardi di individui entro il 2050. Gli insetti contengono proteine in alta concentrazione e di qualità, sono facili ed economici da allevare con un relativo minor impatto sull’ambiente rispetto a quello di mammiferi, pesci o uccelli, basta pensare che allevare insetti produce emissioni di CO2 350 volte inferiori rispetto all’allevamento bovino, e richiede un ventesimo dell’acqua.

Per i più audaci, ecco una video ricetta per preparare la pizza con la farina di grilli. Buon appetito!

[youtube https://www.youtube.com/watch?v=ixbArx7JvT8]

Photo Credits: Pixabay

Back to top button