Dieta armonia: lo stile alimentare che fa perdere un chilo in tre giorni

Se vi sentite ancora appesantiti dalle feste, con la dieta armonia potrete perdere un chilo in tre giorni evitando di mangiare amminoacidi e proteine nello stesso pasto

 

Gennaio è il mese di dieta e palestra. Che si vogliano perdere i chili presi durante le festività natalizie, o che ci si voglia mettere in forma in vista dei mesi estivi, in questi giorni è caccia alla dieta migliore. Dal medico inglese William Howard Hay arriva la dieta armonia, un regime alimentare che promette di far perdere un chilo in tre giorni, semplicemente imparando ad associare bel modo giusto gli alimenti nello stesso pasto. Questo perché il dottor Hay sostiene che il nostro apparato digerente non sia in grado di digerire simultaneamente amidi e proteine, e questo sarebbe anche alla base dei problemi gastrici, dovuti proprio agli sforzi di stomaco e intestino nello svolgere un compito innaturale per loro.

--pubblicità--

Dieta armonia: lo stile alimentare che fa perdere un chilo in tre giorni

Cosa mangiare nella dieta armonia

Il medico invita a tornare ad un’alimentazione più “genuina“, come quella dei nostri nonni, mangiando molta frutta e verdura, ma solo quella di stagione, riducendo il consumo di carne e limitando quanto più possibile l’assunzione di prodotti raffinati, come come
farina bianca, riso brillato, zucchero bianco, verdure disidratate. È importante non assumere nello stesso pasto amminoacidi e proteine, quindi se si mangia formaggio, non si può mangiare il pane, no all’associazione bistecca e patate.

Menù tipo per i tre giorni

Primo giorno: a colazione pesche con yogurt e miele. Pranzo: patate al forno con panna acida (panna con qualche goccia di limone), insalata mista. Cena: roast beef freddo, con abbondante insalata mista, formaggio e sedano.
Secondo giorno: a colazione una macedonia di aranci pompelmo e mandarino. Pranzo: pollo arrosto con cavoli. Cena: spaghetti aglio e olio (peperoncino se piace), una banana.
Terzo giorno: a colazione: yogurt con miele e noci. Pranzo: omelette al formaggio con insalata di spinaci. Cena: pilaf di lenticchie e orzo, macedonia di pere, banane e uva dolce.

Photo Credits: