I cani soffrono il freddo? Veterinario dorme in una cuccia per scoprirlo

Un veterinario ha provato a dormire una notte all’esterno, in una cuccia per cani, per provare quanto soffrono gli animali

Il pensiero comune, per quanto riguarda i cani, è che questi non soffrano il freddo perché coperti dal pelo. In realtà, proprio a causa dei padroni che lasciano i loro cuccioli nelle cucce fuori durante l’inverno, molti cani muoiono per il gelo della notte. Il veterinario Ernie Ward ha voluto allora dimostrare, con un esperimento, quanto i cani soffrono le rigide temperature, decidendo di passare una notte in una cuccia per cani per scoraggiare questa pratica.

Ernie Ward, coperto con cappotto, sciarpa e guanti, si è così ripreso in una cuccia per cani. All’inizio dell’esperimento la temperatura era già a -5 gradi: dopo un’ora e mezzo era risalita di una grado, ma nella cuccia si stavano formando cristalli di ghiaccio e lui stava già tremando. In un’altra ora ha perso sensibilità ai piedi e dopo novanta minuti alle gambe, con la temperatura scesa a -6 gradi, Ward era senza forze. Alla fine dell’esperimento, dopo due ore e mezza, la sua temperatura corporea era di 33 gradi, ben sotto la media di 37 gradi di un umano.

--pubblicità--

Una notte al freddo è insopportabile così tanto per gli uomini quanto per i cani: per capire se un cane può stare all’esterno basta fare questo confronto. Sicuramente la razza e le dimensioni del cane influenzano la sopportazione del freddo, ma già la temperatura di 1 grado è rischiosa per i cani di tutte le dimensioni e razza, e per i più piccoli sono rischiosi già i 4. Scendere sotto lo zero significa esporre i propri amici a quattro zampe al rischio di morte. Esistono in commercio delle cucce che isolano il proprio animale dal freddo, ma spesso cucce e coperte non sono sufficienti, così come non è una buona idea pensare di lasciare il proprio cane in macchina: durante l’inverno, l’idea migliore è quello di accogliere i propri animali in casa.

Photo credit: Pixabay.it