Qualche consiglio per fare una toeletta a casa al nostro cane e con quale frequenza ripetere questa routine di bellezza

 

Sul tema cani e toeletta ci sono pareri decisamente discordi, si va da chi dice che non andrebbero mai lavati a chi dice che si potremmo fare il bagnetto a Fido anche una volta al mese. Come sempre, la verità è nel mezzo, e il veterinario di fiducia saprà dare indicazioni più precise, tenendo conto anche dello stato di salute del cane, del suo pelo e della sua pelle. In generale, possiamo dire che sarebbe meglio evitare lavaggi troppo frequenti, poiché si rischia di seccare eccessivamente la pelle rendendola più soggetta ad eventuali aggressioni di batteri e parassiti.

--pubblicità--

Soprattutto per i cani che vivono in casa con noi, talvolta, la toeletta si rende davvero necessaria, magari dopo che hanno corso su prati bagnati o sotto la pioggia, o che si sono rotolati tra fango e neve. Se il cane è sporco o emana cattivo odore, ci si può rivolgere ad un professionista o procedere con una toelettatura casalinga fai-da-te, utilissima soprattutto sotto le feste, quando aspettiamo ospiti o in caso di chiusura dei centri specializzati.

Toeletta cane fai da te: fai bello Fido per le feste

Partiamo dalla spazzola. In commercio ne esistono di vari tipi, ognuno specifico per il tipo di pelo del nostro amico a quattro zampe. I cani andrebbero spazzolati ogni giorno, soprattutto se a pelo lungo, così da evitare che si formino nodi. Se ne trovate qualcuno, tagliatelo con le forbici evitando di tirare troppo il pelo, per evitare di fare male al vostro cane. La spazzolatura deve essere fatta nel verso di crescita del pelo, e serve sia a rimuovere polvere, impurità e i peli che si sono staccati, sia a distribuire il sebo cutaneo sul pelo.

Con un panno morbido, pulisci gli occhi del cane con delicatezza, per asportare residui di pelo e secrezioni. Alcune razze sono caratterizzate da una lacrimazione abbondante e di colore scuro, che potrebbe macchiare il pelo. In questi casi, puoi utilizzare un prodotto specifico, in vendita nei negozi di animali e nei supermercati più forniti. Passa poi alla pulizia delle orecchie, un altro punto delicato per il nostro amico, che può essere soggetto ad infiammazioni. Versa qualche goccia di un prodotto specifico su un batuffolo di cotone, e passalo delicatamente nella parte interna dell’orecchio, senza spingerti troppo in fondo. Questa procedura potrebbe risultare fastidiosa per il cane (ma non dolorosa), quindi accarezzalo e digli parole di incitazione per tranquillizzarlo. La pulizia delle orecchie andrebbe ripetuta con una certa frequenza, soprattutto per quei cani che in passato hanno manifestato una cronicità di infiammazione.

Per quanto riguarda il lavaggio del pelo, non usate mai prodotti per l’igiene delle persone, poiché la nostra pelle presenta un PH diverso da quello di Fido, circa 5 quello umano (acido), circa 7 quello del cane (neutro). Procuratevi, quindi, un detergente per cani. Proteggete poi al lavaggio con acqua tiepida e sapone, evitando il contatto diretto con gli occhi e  avendo cura di risciacquare bene il pelo. Come per le persone, in inverno non è possibile lasciare che il pelo si asciughi con l’aria, rischiando di far ammalare il cane (febbre e tosse canina sono dietro l’angolo!), quindi asciugatelo bene, tamponandolo prima con un asciugamano, poi continuando con l’asciuga capelli. Molti cani, però, hanno paura del phon, o sono troppo grandi per essere lavati in una vasca. In questo caso, si può procedere sciogliendo in acqua tiepida un po’ di detergente, immergervi un panno morbido, strizzarlo bene e strofinarlo delicatamente sul cane, pelo e contro pelo. Procedere poi al “risciacquo” passando un panno pulito bagnato con acqua tiepida e ben strizzato. Infine, asciugate bene il pelo con un asciugamano.

Photo Credit: Pinterest