Pepe nero, la spezia dalle mille virtù

Usato in molteplici ricette per aggiungere sapore e caratterizzare piatti: ma quanti conoscono le proprietà del pepe nero? Le mille virtù della spezia più conosciuta della nostra cucina

La più usata tra le spezie, forse presente in così tanti piatti, in maniera più o meno consistente, da non farci più nemmeno caso: si tratta del pepe nero, aggiunto in maniera sistematica a moltissimi piatti della nostra cucina principalmente per aggiungere sapore, e a volte perché parte integrante di una ricetta specifica. Ma, come la maggior parte delle spezie, anche il pepe  è ricco di virtù, benché forse siano poco conosciute. Vediamo quali sono.

Il pepe nero è un grande alleato della salute: grazie alla presenza del principio attivo della piperina, facilita l’assorbimento delle sostanze nutritive da parte del nostro corpo: stimolando i succhi gastrici, facilita la digestione, migliora il metabolismo e contribuisce allo smaltimento dei grassi. Per questo motivo, il pepe nero è consigliato per chi segue un regime dietetico o per chi vuole dare un sostegno al proprio metabolismo: oltre ad aggiungerlo sui cibi, il pepe nero può essere assunto sotto forma di tisana proprio per esplicare al meglio le sue proprietà digestive.

--pubblicità--

Le proprietà curative del pepe nero sono note sin dall’antichità: le sue proprietà curative hanno da sempre trovato spazio all’interno di rimedi della medicina popolare. Tra le altre capacità di questa spezia, sono da ricordare le sue buone proprietà analgesiche, efficaci in caso di dolori muscolari e articolari; il pepe aiuta inoltre a sgonfiare e a riassorbire i gas dell’intestino. Ricco di antiossidanti, aiuta il rinnovamento cellulare; per ultimo, ma non meno importante, è noto anche come cibo afrodisiaco. Insomma, assunto quotidianamente, in modo vario, nella giusta misura e senza esagerare, per evitare effetti collaterali, sono molti i cambiamenti, in positivo, che il pepe nero può apportare all’organismo.

Photo credit: Pinterest.it