In arrivo il pane viola, l’ultimo dei superfood

Sulle nostre tavole sono sempre più frequenti i superfood dalle innumerevoli proprietà benefiche per l’organismo. In arrivo dall’Università di Singapore un pane viola ricco di antiossidanti e adatto anche a chi soffre di obesità o diabete.

Mirtilli, zenzero, the verde e bacche di goji: sono soltanto alcuni dei noti superfood che sempre più entrano a far parte della nostra alimentazione per i benefici che apportano alla salute. Ricchi di proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, questi cibi dai “super poteri” danno una grossa mano nel contrastare malattie e infiammazioni. L’ultimo arrivato tra i superfood è il pane viola, risultato di un’invenzione del dott. Zhou Weibiao, scienziato dell’alimentazione presso la National University di Singapore. Simile ad un pane normale per forma e consistenza, è il colore viola a renderlo estremamente salutare.

Un superfood lievitato

Non ancora disponibile nei supermercati, l’invenzione del dott. Weibiao è stata già definito come “il primo superfood lievitato del mondo”. Si tratta di un pane composto totalmente da ingredienti naturali, ricco di antiossidanti, facilmente digeribile e adatto anche a chi ha problemi di obesità e diabete. Come è noto, il pane tradizionale, quello prodotto con farine bianche in particolare, è da assumere con attenzione nei regimi dimagranti, per la sua tendenza ad aumentare il picco glicemico nel sangue piuttosto velocemente. Il pane viola, grazie alla presenza di antocianine che reagiscono in modo particolare con gli amidi presenti nel prodotto lievitato, viene digerito più lentamente.

--pubblicità--

Tutti pazzi per il viola

Sono le antocianine, appunto, a conferire il particolare colore viola al pane. Si tratta di pigmenti naturali presenti anche nei mirtilli, nelle bacche di goji o nelle melanzane, a cui conferiscono i tipici colori rosso-violaceo: il loro “super potere” è la capacità di contrastare i radicali liberi e di contribuire alla prevenzione di malattie cardiovascolari e neurologiche. Estratte dal riso nero, le antocianine vengono aggiunte alla farina del pane nel suo impasto tradizionale, che viene poi cotto ad alte temperature per tempi ridotti, in modo da preservarne il più possibile le proprietà benefiche che sono state così aggiunte. Proprio per questo particolare trattamento sarebbe difficile replicare, per ora, il pane viola in casa: in attesa che si possa acquistare, non resta dunque che fare scorta degli altri superfood a nostra disposizione!

Photo credit: Pinterest.it