Edilizia ecosostenibile, arriva il fungo

Edilizia ecosostenibile, arrivano i funghi, principi dei materiali green: possono essere sfruttati per realizzare plastiche, gomme e pareti isolanti.

L’edilizia moderna è sempre attenta e in fase di ricerca e apertura verso la possibilità di utilizzare materiali e processi produttivi sempre più ecosostenibili, in sostituzione a quelli tradizionali, per favorire il risparmio delle risorse, l’utilizzo di energie rinnovabili, il riciclo, proponendo risultati che incrocino l’attenzione per la salute all’incentivazione di pratiche generali di correttezza sociale verso il pianeta. Una delle ultime novità del settore riguarda l’utilizzo dei funghi coltivati, dai cui gambi riciclati si possono ricavare addirittura plastiche e gomme.

I funghi sono in tutto materiali riciclabili green. Con essi, grazie alla conformazione in filamenti di micelio, possono essere realizzati legni per ottenere pavimenti, pannelli o altri tipi di strutture, può essere utilizzato al posto di gomme, pellami e plastica, e addirittura, riempiendo con il micelio le pareti delle abitazioni, si può ottenere un isolante naturale che si sviluppa e cresce direttamente all’interno della parete muraria: si ottiene così una parete ermetica, ignifuga, termicamente resistente ed ecologica al 100 per cento. Soltanto grazie ai funghi. Questo perché i funghi crescono su materiali organici che contengono cellulosa: un mix riutilizzabile totalmente, i cui utilizzi sono molteplici e sicuramente vantaggiosi dal punto di vista economico e ambientale.

--pubblicità--

La ricerca per lo sfruttamento dei funghi in edilizia va avanti da anni, anche perché sarebbe possibile sfruttare un’industria a bassi costi; molti paesi si stanno inoltre organizzando per aumentare la produzione in proprio per non dipendere da un paese straniero. Attualmente in Europa il maggior produttore di funghi è la Polonia, insieme all’Olanda, che ne producono circa 270mila tonnellate all’anno. L’Italia si colloca al quinto posto, garantendo comunque un prodotto di ottima qualità che si attesta su circa 70mila tonnellate annue. Una tendenza in crescita per costruire sempre più in modo green.

Photo credit: Pinterest.it