Mense scolastiche, dal prossimo anno pranzi bio per i bambini

Mense biologiche nelle scuole italiane, al via un progetto nazionale del Ministero delle Politiche agricole per valorizzare la cultura del cibo biologico, contro gli sprechi

I genitori potranno dormire sogni tranquilli, o almeno si spera, sapendo che i loro figli pranzeranno, dal prossimo anno, in mense scolastiche biologiche certificate. Il progetto fa parte di un sistema pubblico nazionale di riconoscimento di mense biologiche che è stato presentato a Milano nei giorni scorsi dal ministro Martina insieme al sindaco Sala nella scuola “Rinnovata Pizzigoni” in cui i bambini coltivano un orto come progetto formativo all’interno del loro percorso educativo.

Esempio che è partito da stimolo per fa sì che tutte le mense italiane dall’anno prossimo in poi possano fregiarsi della medaglia di “mensa biologica” con l’obiettivo di migliorare la qualità del cibo proposto agli alunni oltre ad accrescere un senso di consapevolezza sullo spreco del cibo stesso. Verranno quindi assegnati alle mense dei bollini di qualità che designeranno i gradi delle mense biologiche. Il bollino d’oro andrà a quelle mense che raggiungeranno alti livelli nelle percentuali di prodotti bio, come il 90 per cento di frutta, ortaggi e legumi, il 100 per cento di uova, yogurt e succhi di frutta, il 50 per cento di carne e pesce. Il bollino d’argento è previsto per chi raggiungerà percentuali minori, ma dimostrando comunque un salto di qualità. Un’attenzione particolare sarà data a quelle scuole che privilegeranno prodotti a km zero, scegliendo il bio del proprio territorio.

--pubblicità--

Il secondo obiettivo che dovranno porsi le scuole è quello di azzerare lo spreco. Saranno premiate parallelamente alle mense biologiche quelle scuole che doneranno ad esempio gratuitamente i prodotti alimentari non consumati. Un primo passo verso la qualità sulle tavole scolastiche, e per cominciare a diffondere tra i bambini la cultura del cibo sano, legato al territorio, e soprattutto l’abitudine a non sprecare. Il tutto con i dovuti controlli, ma anche con i riconoscimenti per chi merita.

Photo credit: Pinterest.it