Al supermercato scelgono bevande biologiche, frutta coltivata senza l’utilizzo di conservanti, acquistano vestiti realizzati con tessuti organici e per le proprie vacanze prediligono attività all’aria aperta e trattamenti di benessere. Sette italiane su 10 (71%) ammettono di preferire nelle proprie scelte di ogni giorno prodotti che rispecchiano i valori della naturalità (75%), che siano biologici (72%) e che rispettano l’ambiente (70%). Anche l’attività fisica (65%), il turismo (63%) e l’enogastronomia (59%) vedono un vero e proprio boom di attività e proposte alla scoperta della natura e all’insegna del benessere.

Beautiful young woman applying organic cosmetics to her skin

La tendenza alla sostenibilità è molto forte ormai da diversi anni, perché si fa sempre più attenzione alla qualità e sostenibilità di ciò che si mangia e si indossa. La novità è che questa sensibilità green sta oramai contagiando anche il settore del benessere, con offerte mirate per i consumatori più attenti all’ambiente. Così, se da una parte proliferano prodotti per la bellezza e il make up biologici, dall’altra Spa e centri benessere sono sempre più orientati verso la scelta di prodotti a km 0 da usare per i trattamenti, oppure centri di benessere che al più comune olio preferiscono cioccolato o miele per i massaggi rilassanti, e che per la pedicure propongono bagni di latte o scrub a base di bucce di limone. In Italia centri di questo tipo ce ne sono ormai molti. In comune hanno una filosofia che, proprio a partire dalla ricerca della qualità e della sostenibilità, si basa sull’utilizzo di materie prime naturali. Possibilmente realizzate dai produttori locali. Vi sembra un’utopia poter trascorrere le proprie vacanze in una Spa di lusso che si inserisce armonicamente nel paesaggio dove prende vita? Lefay Resort & Spa Lago di Garda vi smentirà: sorge tra le dolci colline di Gargnano (Brescia) nel cuore della “Riviera dei Limoni” del Garda e non lontano dal Vittoriale di Gabriele D’Annunzio, costeggiato da un meraviglioso bosco che copre una superficie di 11 ettari e che si affaccia sull’acqua blu del lago. Un luogo da sogno che unisce wellness, cibo di grande qualità, attività sportive e paesaggi mozzafiato, composto da centro benessere, albergo cinque stelle e il ristorante “La Grande Limonaia”. La Spa presenta un mix perfetto di comfort ed equilibrio, di piscine calde nel sole del Garda e un suggestivo lago salino, di raffinati viaggi attraverso le saune e i profumi, di trattamenti viso e corpo che combinano la medicina cinese con le terapie occidentali più recenti, e del gusto della dieta mediterranea, che aiuta anche il processo di digestione. Ma l’obiettivo è soprattutto quello di offrire un’esperienza a cinque stelle alternativa rispetto all’offerta già presente sul mercato, unendo eco-sostenibilità, efficienza e comfort. L’attenzione per l’impatto sul territorio e la sensibilità verso il rispetto dell’ambiente circostante hanno quindi costituito le fondamenta del progetto, a partire dal design architettonico moderno perfettamente “incastonato” nel verde della provincia lombarda, fino ad arrivare alla centrale a biomasse per la produzione di energia elettrica, calore e raffreddamento, alimentata da sfalci e da scarti di lavorazione del legno. Una produzione energetica che, integrata con quella del robusto impianto fotovoltaico presente sul tetto, consente di coprire quasi interamente il fabbisogno della struttura, mantenendo sotto controllo i consumi di pvc, di carta e le emissioni di CO2. Anche i consumi dell’acqua vengono monitorati e regolati: sia l’acqua piovana che quella scartata dalle piscine vengono recuperate per consentire l’irrigazione attraverso un sistema di gestione avanzato, che permette di risparmiare fino al 50% rispetto a un impianto standard.

--pubblicità--

 

Sostenibilità organica ed ecologica

Lo scorso anno l’azienda ha ridotto le emissioni di CO2 del 12% rispetto al 2014, compensando il 100% della sua impronta di carbonio, pari a 8.244 tonnellate. Il traguardo raggiunto è stato certificato da TÜV Italia, e l’eco-resort nel 2015 ha aggiunto alle certificazioni ambientali ISO 14001 e Green Globe la certificazione “Being Organic & Ecological Spa”, rilasciata da Ecocert ai centri benessere che impiegano almeno il 50% di cosmetici biologici nei loro trattamenti. Si tratta della prima Spa a essere certificata come organica ed ecologica in Italia (e la quarta al mondo).

 

 

Altre Spa bio in Italia

Anche in Trentino Alto Adige esiste una Spa che utilizza esclusivamente prodotti tipici della montagna. Si tratta del Theiner’s garten Bio Vitalhotel di Merano, in provincia di Bolzano. In questo centro benessere il prodotto a chilometro zero più usato è la mela, prodotta in grandissima quantità in tutta la regione. Per chi ama questo frutto non può mancare il famoso peeling rinfrescante. Gli oligoelementi, gli acidi della frutta e le vitamine agiscono direttamente sulla pelle, permettendo la sua rigenerazione. Senza dimenticare, naturalmente, i trattamenti a base di miele, luppolo, fieno, uva, pino mugo o addirittura a base della rarissima stella alpina. Per gli appassionati di montagna una valida alternativa si trova a Nova Levante, sempre in provincia di Bolzano. Nel cuore della Val d’Ega, nelle Terme del Romantik Hotel Post si può provare l’esclusiva linea di cosmetici a base del latte delle cavalline allevate in loco. A quanto pare sono l’ideale per detergere la pelle in profondità o per fare una maschera idratante per il viso. Il trattamento corpo è particolarmente indicato per le neo mamme perché il latte di cavalla restituisce al corpo forza vitale e un aspetto splendente.38abccba-8f4b-441e-9cb6-0d73618f80a1 L’ideale è il massaggio a base di questo prodotto, un vero e proprio elisir di bellezza perché ha proprietà antiossidanti, combatte i radicali liberi ed evita il prematuro invecchiamento della pelle rendendola liscia, morbida ed elastica. In più, l’Alpha hydroxy acid contenuto in questo latte permette un’esfoliazione delicata. Sono, invece, i frutti i protagonisti dei trattamenti proposti a Frabosa Soprana (Cuneo) nel centro benessere dell’Hotel Miramonti. Qui siamo nella patria del tartufo bianco, ma il relax è garantito dall’uso di kiwi e melograni, rigorosamente prodotti a chilometro zero. Il segreto sta tutto nelle vitamine e nei sali minerali contenuti nei due frutti, che donano elasticità e tono alla pelle. Consiste nella detersione completa del viso e applicazione della maschera. E infine nel massaggio viso, collo e décolleté con la crema specifica. L’offerta è completata dai trattamenti distensivi a base di miele e fieno e nel rituale a base di latte d’asina. Per chi alla frutta preferisce il vino, non può mancare un salto in provincia di Modena. “Non c’è nessuno che conosca il segreto del futuro. Quello che vi serve è del vino, dell’amore e del riposo a piacere”, così diceva Omar Khayyam; e alle Terme di Salvarola (Sassuolo), nel centro benessere Balnea il pezzo forte è proprio il vino, protagonista assoluto dei trattamenti anti età e riequilibranti a base di aceto balsamico. Il sentiero “Benessere di Bacco” si snoda attraverso un idromassaggio in una vera botte di rovere, con mosto concentrato e acqua termale. E poi con un massaggio con uva fresca, ricca di sostanze ad azione idratante, levigante e antiossidante, che esaltate dall’impiego di acque e fanghi termali costituiscono una risorsa potentissima contro l’invecchiamento cutaneo. Il percorso dura circa un’ora ed è consigliato una volta alla settimana. Insomma, non c’è che l’imbarazzo delle scelta. A patto che il lusso resti bio, sostenibile e a chilometro zero.