Aboca: le piante commestibili e curative

0
16646
aboca_2

Oggi, come nel passato, grandi alleati della salute e del benessere dell’Uomo sono stati i doni di Madre Natura. Piante, frutti, semi e radici, da sempre, vengono impiegati nella medicina omeopatica così come nella cucina tradizionale.

Per esempio, nella farmacopea antica, piante come il silfio, il dittamo, l’elleboro e la mandragora erano considerate preziosissime per via del loro potere curativo che diventò, a tratti, proverbiale. Basato proprio sulle principali fonti letterarie greche e latine e dedicato ad un pubblico curioso e affascinato dal mondo antico è il libro edito da AbocaI balsami d Afrodite. Medici, malattie e farmaci nel mondo antico”. Il volume offre un ampio sguardo sui metodi curativi del mondo antico, nell’epoca in cui salute e malattia (e relativi rimedi) erano considerate emanazione diretta delle divinità.

Come già detto, sull’utilizzo e l’utilità delle erbe spontanee commestibili abbiamo un’ampia tradizione orale e scritta. Infatti, l’uso di andare per campi a raccogliere erbe spontanee per uso alimentare e curativo è stato tramandato per secoli. Grazie alla fitoalimurgia (la conoscenza dell’uso delle specie vegetali a scopo alimentare) ancora oggi è possibile seguire una dieta assolutamente naturale e dai mille benefici, grazie alle piante spontanee commestibili che sono reperibili in tutte le stagioni. Sapevate, ad esempio, che piante comuni come l’asparago selvatico e l’ortica possono essere utilizzate per preparare ottime pietanze come zuppe e risotti? Se intendete provare personalmente i benefici di questi ingredienti naturali, è bene che ne approfondiate la conoscenza. In tal senso vi sarà utile il manuale “Ritorno alle radici. Le piante spontanee per l’alimentazione e la salute”, agevole, di facile consultazione e arricchito da immagini fotografiche a colori che vi aiuteranno ad identificare le piante e a conoscerne le modalità di raccolta.

Ancora oggi, quindi, quelle naturali sono preziose risorse nutrizionali e culturali, che giocano un ruolo chiave nella salvaguardia della salute.