Animali da compagnia

Ciclo estrale e gravidanza isterica del cane

Ciclo estrale e gravidanza isterica del cane:

Si definisce con il termine “ciclo estrale” o “calore” il ciclo riproduttivo della cagnolina: si tratta di un ciclo costante ed importante che sarà presente per tutto l’arco della sua vita.

A differenza di tutti gli altri animali domestici, la femmina del cane è “monoestrale stagionale”: questo significa che ha un solo periodo estrale nell’ambito di un ciclo riproduttivo.

Il ciclo riproduttivo dura circa sei mesi (con le opportune differenze nelle varie razze): il primo ciclo riproduttivo coincide con la maturità sessuale della femmina, maturità che si verifica in uno spazio temporale compreso tra i 6 ed i 24 mesi di età (anche in questo caso dipende dalle razze). Nel caso del Jack Russel, ad esempio, il primo calore si manifesta tra i 6 ed i 10 mesi di vita.

Il ciclo estrale, o ciclo di riproduzione, è composto da 4 fasi: Proestro, Estro Diestro e Anestro.

Proestro

Il proestro è di solito preceduto da variazioni del comportamento della cagnolina e da un aumento della frequenza delle minzioni. Inizia con qualche perdita di sangue dalla vulva che appare gonfia e finisce con il periodo di accettazione all’accoppiamento. Ha una durata generalmente di 9 giorni: durante questo periodo la femmina rilascia una serie di sostanze (ferormoni: metil-p-idrossibenzoato) che attraggono i maschi, nei confronti dei quali, tuttavia, mostra una certa aggressività, a volte anche piuttosto notevole. In questo periodo gli estrogeni aumentano progressivamente fino a raggiungere il picco ematico in 9° giornata, cioè quando inizia l’estro, ossia la fase successiva.

Estro

L’estro è caratterizzato dalla liberazione dell’ormone luteinizzante (LH), che raggiunge il suo picco ematico entro la 3° giornata, cui segue l’ovulazione (in genere tra la 4° e la 5° giornata), e poi la maturazione dei follicoli per finire con il “periodo fertile” vero e proprio (dalla 6° alla 9° giornata). In questo lasso di tempo di circa 9 giorni, la concentrazione ematica degli estrogeni letteralmente crolla verso i valori minimi, aumenta immediatamente quella dell’LH (ormone luteinizzante) come già detto, e comincia ad aumentare progressivamente anche il progesterone. Questo perfetto gioco di ormoni è regolato dai fattori di rilascio, detti Gonadotropine Releasing Hormones (GnRH ) prodotti e liberati dall’ipotalamo.

Senza titolo2

Senza titolo3

L’estro coincide con il periodo di accettazione del maschio ai fini dell’accoppiamento e della riproduzione: anzi, in molti casi è proprio la femmina che cerca insistentemente il maschio, anche se poi non è assolutamente detto che accetti tutti i maschi che le si avvicinano (…. forse non le sono “simpatici”!!!). A differenza del proestro, la vulva appare morbida e meno gonfia mentre diminuisce la perdita di sangue. Questa è la fase in cui a seguito di un accoppiamento, si instaura lo stato gravidico.

Diestro

In caso di non concepimento, segue il diestro, la cui durata è di circa 70/80 giorni. In questo periodo la femmina può avere una “gravidanza isterica” (vedi oltre ).

Anestro

E’ il periodo dell’inattività riproduttiva: inizia alla fine del diestro e termina con il proestro successivo.

Gravidanza isterica

Come già detto, nella fase di diestro del ciclo riproduttivo è possibile che la cagnolina abbia una gravidanza isterica.

Benché l’aggettivo “isterica” induca a sospettare una componente di orine “psicologico”, questo evento non ha proprio nulla a che fare con tale componente: essa dipende solo ed esclusivamente da uno squilibrio ormonale. Dalle immagini riportate sopra si evince come il ciclo riproduttivo sia governato e regolato dalla produzione e dalla liberazione di una serie di ormoni e di fattori di rilascio ormonale (Estrogeni, LH, Progesterone, GnRH, ed altri): il meccanismo è perfetto in teoria, ma nella realtà è frequente che intervenga una alterazione di tale equilibrio. Si pensi che oltre il 60% delle cagnoline va incontro ad una gravidanza isterica.

Sintomi

I sintomi compaiono dopo circa 60 giorni dalla fine del calore: nervosismo, iperattività, tendenza ad accumulare materiali morbidi nella cuccia, svogliatezza oppure, al contrario, voracità nei confronti del cibo, nausea, vomito. Nel giro di pochissimo tempo compare un caratteristico gonfiore addominale e quasi contemporaneamente galattorea, cioè produzione di latte non associata alla gravidanza e al parto.

Diagnosi

La diagnosi è di competenza esclusiva del medico veterinario. Si basa su una raccolta di dati anamnestici relativi all’ultimo calore e sulla descrizione dei sintomi. Il medico veterinario scrupoloso esegue anche esami ematochimici (emocromo), esame delle urine ed una ecografia, per escludere infezioni (endometrite/piometra, ne parleremo la prossima volta ) e ….. gravidanze vere! Ebbene si: prima di procedere con qualsiasi terapia, è assolutamente auspicabile che una gravidanza vera venga completamente esclusa.

Terapia

Occorre evitare che la cagnolina si lecchi le mammelle: ciò per non aumentare la produzione di latte. In teoria, se non c’è produzione di latte, la gravidanza isterica si stempera e passa nel giro di 15/20 giorni. In caso di produzione di latte, occorre assolutamente intervenire con una terapia farmacologica atta a fermare la lattazione, evitando così il ristagno di latte nelle mammelle e la successiva mastite (infezione estremamente dolorosa e pericolosa).

Se la gravidanza isterica si ripete con frequenza ad ogni calore, occorre pensare seriamente ad una sterilizzazione della cagnolina: il continuo squilibrio ormonale potrebbe portare a problemi molto seri nel corso di poco tempo. Se il problema sussiste, infatti, ci può essere il rischio dell’insorgenza di processi tumorali a carico dell’apparato riproduttivo: questi tumori sono, purtroppo, di origine ormonale.

(di Maria Luisa Spezia)

Back to top button